Danilo Maccioni

cosa eravamo, cosa siamo, cosa saremo

Seleziona la lingua

Linguaggi disponibili: 3 Linguaggio corrente: Italiano

Testo di esempio per l'interfaccia di selezione della lingua. Scegli la tua linga fra le N presenti. Lingua attuale. La selezione della lingua riguarda le interfacce e non i contenuti. Per le traduzioni dei contenuti è necessario che siano stati predisposti dall'autore.

Il manico del basso elettrico

Guarda anche gli appunti correlati sulle SCALE MINORI e SCALE MAGGIORI.

Per prender confidenza con il basso, con la disposizione delle note sui tasti e di conseguenza la posizione delle scale sul manico, ho riversato alcuni appunti, che potrebbero risultare utili.

Chi è già pratico, sa che per come sono concepiti gli strumenti a corda, si può reperire la medesima nota anche in più di una posizione nel manico: su questo aspetto influisce il numero di tasti, il numero delle corde e l’accordatura. Noi prenderemo in esame un basso con caratteristiche comuni: quattro corde e 24 tasti (24 tasti per 4 corde sono 96 posizioni).

Una delle prime cose che si impara sono i nomi delle note che otteniamo suonando le corde a vuoto: MI, LA, RE e SOL. Una delle successive è che in un basso con assetto comune, il quinto tasto di una corda qualsiasi, produce lo stesso suono della successiva corda suonata a vuoto. Ne deriva che il decimo tasto di una corda, produce lo stesso suono non della successiva, ma della corda dopo ancora suonata a vuoto.

Esempio:
corda del MI – quinto tasto è il LA, il decimo è il RE.
corda del LA – quinto tasto è il RE, il decimo è il SOL.
…e così via…

In questo rapporto, i tasti che seguono i punti costanti suonano rispettivamente le stesse note.

Apprendendo una scala nuova, si deve capire dove sono i tasti da premere. Avendo più vie per suonare la stessa nota, si ha la possibilità di scegliere quella più rapida, quella che richiede meno sforzo o quella che offre un buon trampolino per la nota che seguirà.

Da questi ragionamenti nasce l’idea di dare un colore alle note, per rendere più facile la loro individuazione nel manico. Ho adottato i colori dell’iride perché sono sette come le note diatoniche ed essendo tutti molto vivaci è facile rintracciarli.

Segue il manico del basso, con la colorazione apportata.

Manico del basso

Manico del basso

Mio fratello ha detto che questo schema gli ricorda Guitar Hero, può anche darsi, io spero torni utile per incrementare la padronanza del manico.

Pentagramma

Pentagramma

Nello specchietto ho riassunto la sequenza delle note tra un tasto della corda e quello equivalente sottostante. In questa sequenza si può scorgere il richiamo al circolo delle quinte, la tecnica utilizzata per ricavare le scale musicali.

Circolo delle quinte

Circolo delle quinte

Guarda anche gli appunti correlati sulle SCALE MINORI e SCALE MAGGIORI.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: