A testa bassa, cantori salesi

A testa bassa
vestita in nero, mesta e dolente davanti a me passò

Varcò la soglia
del cimitero, e sopra tomba e lei si inginocchiò

Pianse lungh’ore
sui duri sassi, raccolse un fiore e poi mesta se ne andò

Calato il velo
riprese i passi, e tra la folla ella si dileguò

E dopo un anno
gentile stella, a mezzo lutto la rincontrai ancor

La salutai
le dissi oh bella, le dissi t’amo e poi le chiesi amor

La man mi tese
mi disse ascolta, tardi il destino ci fece incontrar

Quaggiù nel mondo
amai una volta, chi amavo è morto or non so più amar.